Senza gioia

Trovava ridicolo passeggiare su quel binario davanti all’infinito grigiore delle opere dell’uomo. Andava e veniva, gli era congeniale il concetto di treno.

Ora vedeva vite passare, lo scorrere di tempeste e i raggi del sole che bruciavano le mattonelle grigie della banchina. Una signora in cappotto nero passeggiava come lui scostandosi dalla folla, ma ella aveva qualcuno che la confortava al telefono. Io non aveva nessuno, solo nuvole grigie e ferro.

Annunci