Six Pieces for Piano solo

Ho cancellato i post che avevo trasferito sull’altro blog.

Non mi sono macchiato del delitto di contaminazione delle prove. Sebbene tali post fossero stati scritti originariamente in questo blog, il necessario lavoro di revisione che richiedevano l’ho eseguito proprio su wordpress. Il punto principale del lavoro è quindi il miglioramento dopo la trasmigrazione.

Ricominciamo da capo con nuovi argomenti, e i frammenti da cui ho iniziato saranno visibili, poco migliorati, sul mio blog personale ufficiale sotto la voce Preludi.

L’unico post che ho lasciato per non lasciar dubbio che questo blog è antecedente a quello wordpress è Settembre, dove cercavo di farmi forza per affrontare l’inverno incipiente. Devo dire che sta trascendendo ogni mia aspettativa, si sta rivelando decisamente peggiore di come l’avevo immaginato.

Dopo il salto la prima recensione 🙂

La prima recensione che mi viene spontaneo fare riguarda un album che è appena uscito su Spotify ed è un album di musica classica. L’esecutore è Michael Ponti e il compositore delle musiche il più famoso Tchaikovsky.

La fama del compositore è dovuta come tutti sappiamo ai più classici balletti come Il Lago dei Cigni o Lo Schiaccianoci, ma in questo cd l’esecutore, tedesco naturalizzato americano, ripropone alcune suite per pianoforte con una brillante capacità di attualizzazione.

L’album è disponibile da ascoltare qui:

Annunci