Passeggeri e novità (Giorno 6)

I nuovi passeggeri: nuovi per modo di dire, perché non si può attribuire alle persone l’aggettivo nuovo, non in senso stretto. Vediamo infatti la semantica attribuita al lemma dal vocabolario online Treccani:

  • in prima linea abbiamo un’accezione generale:
    <<In genere, di cosa fatta o avvenuta o manifestatasi da poco, spesso in contrapp. diretta a vecchioantico, e quindi con sign. prossimo a recenteattualemoderno, ma con notevole varietà di accezioni […]>>
  • poi abbiamo <<riferimento a cose materiali, prodotto, fabbricato o costruito da poco […]  In molti casi si contrappone direttamente a usato>>

I primi due significati che ci dà il dizionario quindi si riferiscono a contrapposizioni che possono essere inquadrate nella categoria TEMPO, dove un significato si contrappone all’altro in modo dissimile. Riportando questa categorizzazione, una persona nuova new neue nueva prende un posto speciale nel continuum cronologico della nostra vita: prima non ne sospettavamo l’esistenza e abbiamo attraversato stati emotivi più diversi, ora l’abbiamo conosciuta e ci interagiamo con stati d’animo ancora più diversi e sfaccettati per il fatto di aver conosciuto tale persona. Moltiplicando questo arricchimento, nel bene o nel male, per tante persone quante ne abbiamo l’immagine sotto gli occhi a nostro piacimento, troveremo che un libro tanto grande e sostanzioso come la nostra singola vita sia una meraviglia paragonabile solo alla Biblioteca di Borges.

Ho approfondito la conoscenza di poche persone, ne ho intraviste alcune altre, ho disprezzato moltitudini di individui e ho provato affetto sconfinato per persone che non erano nuove ma che mi sono apparse tali grazie al combinato disposto del passare del tempo, letture illuminanti e riflessioni infedeli. Non esiste il contrario di ‘nuovo’ quando ci riferiamo ad amicizie e relazioni; dopo che le abbiamo in pratica per un giusto lasso di tempo, perdono l’aura intrigante del vestito nuovo, costoro non invecchiano, non diventano vecchie cose da smettere come carta senza valore; al contrario, ne acquistano. Coloro che non conosciamo da poco, i ‘non-nuovi’ hanno il sapore di vini stagionati, hanno il gusto che il vino novello acquisterà dopo una prova di fede, se sappiamo custodirli e conservarli in un luogo speciale della nostra memoria emotiva.

Ringrazio tutte queste persone – nuove e non nuove – per rendere la mia esistenza più interessante di tutti i romanzi del mondo; un milione di grazie per gli spunti emotivi che mi danno ogni istante grazie alla loro reale esistenza.


Prompt by The Writing Challenge 101

Annunci

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...