specchio

canta il tempo, le arti, le lotte

che guastano la pia illusione

di genti prese in trappola.

canta la libertà a loro

che vivono in caverne

e delle idee fanno ombre.

canta quella strana libertà

bel rapsodo con abbracci

e vestimi di parole nuove;

come su onde naviga la tua voce!

afferra l’ora, prendi tempo

(non è che illusione)

dilatando confini al ritorno.

con misura di speranza

scrivi la mia immagine

sulle tue parole, mio amico.

sono un’altra parte, di fronte

a te, tuo schermo e specchio.

puoi riflettermi nella tua immagine?

insegna i segreti di Crono

voce che scopre margini

eco rotta nella tempesta;

vibrante anni di luce

rinato alla deflagrazione

per selvaggi secoli bui.

eone che scorre, spazio

in fuga, altra dimensione

il luogo che sei diventato!

dove reazioni ti fondono

gli elementi si incontrano

in quieta apocalisse.

da sponda soave affiori

su leggero specchio

mite brezza del mare.

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...